Soprintendenza Abap per la città metropolitana di Bari – 15 e 16 Dicembre 2023

La Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bari promuove il Corso di Alta formazione organizzato da AssIRCCo APS, Associazione Italiana Recupero Consolidamento Costruzioni, con la co-organizzazione dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, che si terrà presso la Chiesa del Complesso conventuale di San Francesco della Scarpa dal titolo Edilizia storica in aggregato e complessi monumentali stratificati: conoscenza, vulnerabilità, restauro strutturale.
Le due giornate di formazione, rivolte alla classe professionale di architetti, ingegneri, geometri, geologi invitati a partecipare con crediti, previste per il 15 e 16 dicembre prossimi, sono dedicate allo studio dei centri storici, degli aggregati e delle relazioni tra le cellule facenti parte di un organismo urbano stratificato alla luce degli eventi che hanno interessato il centro Italia negli ultimi anni, che hanno evidenziato l’importanza di un approccio consapevole sul costruito storico, la necessità di una corretta valutazione del comportamento delle strutture in muratura, che oltre all’analisi della qualità muraria richiede approfondimenti sul manufatto edilizio nella sua interezza e/o conformazione strutturale e nelle tecniche costruttive, aspetti spesso poco indagati.
Gli approfondimenti proposti hanno l’obiettivo di fornire un indirizzo metodologico per gli interventi nei centri storici pugliesi e della città metropolitana interessati negli ultimi anni da un’intensa attività edilizia finalizzata ai cambi di destinazione d’uso in chiave turistica o per attività ad alta frequentazione pubblica e da conseguente trasformazione degli elementi strutturali, alla luce della semplificazione delle normative e dell’incremento di interventi favoriti dai bonus fiscali e finanziari la cui esecuzione – subordinata a limiti temporali, non sempre garantisce il rispetto del costruito storico.
Il corso si propone di fornire i seguenti approfondimenti:
1. metodologie di analisi del costruito storico in aggregato, edilizia di base dei centri storici e grandi complessi sorti per gemmazione, fusione e ristrutturazione edilizia, al fine di individuare vulnerabilità strutturali e compatibilità delle destinazioni d’uso in caso di riuso diverso che incidono sulle caratteristiche strutturali e sulle debolezze fisiologiche della specifica tipologia,
2. metodi di analisi per indagini sulla vulnerabilità sismica a partire dalla conoscenza delle deformazioni e riconoscimento dei cinematismi e sofferenze strutturali,
3. indicazioni sulla corretta applicazione delle NT sulle Costruzioni alla luce delle direttive e linee guida MIC sul patrimonio storico e monumentale in caso di aggregati e complessi stratificati,
4. indicazioni di metodo sugli interventi, con particolare riferimento al minimo intervento, reversibilità, compatibilità e esempi realizzativi,
5. esemplificazioni sugli errori di stima del danno e di intervento sulle strutture nelle pratiche di adeguamento funzionale e di sostituzione degli elementi strutturali che riguardano gli aggregati storici sia in zona sismica che in zona non classificata a rischio sismico.
Programma del corso
Iscrizioni al seguente link